YouTube vs Facebook

Sembra che i creatori di video siano ancora a favore di YouTube rispetto a Facebook nonostante i passi da gigante che Facebook ha fatto negli ultimi periodi a vantaggio dei contenuti video stessi.

Lo si può leggere in questo rapporto del Wall Street Journal

Negli ultimi mesi Facebook vanta una visualizzazione media di 4 miliardi di video al giorno (ricordate ad ogni modo che Facebook calcola per “visto” un video solo per il fatto che si è lanciato il movie stesso e non per il tempo di visualizzazione).

Molti fornitori di contenuti hanno così deciso di pubblicare i loro video anche sulla piattaforma di “Zuck” ma la maggior parte dei video proviene da persone che hanno prelevato il contenuto dall’altro social: i creatori di contenuti, infatti, pubblicano 5 volte di più su You Tube rispetto al social blu.

Sono due le ragioni per cui chi realizza video preferisce YouTube:

1) Gli utenti di YouTube vanno sul Social di Google per guardare i video mentre il pubblico blu è prima di tutto un pubblico sociale che ama chiacchierare. Si stima che 1 miliardo di utenti vada su YouTube esclusivamente per il contenuto video e per questo il Social rimane una piattaforma con una base di pubblico affidabile. Un dato: il 68% dei caricatori di video intervistati che ha postato sia su Facebook che su YouTube nel mese di maggio hanno realizzato che il maggior numero di visualizzazioni sia stato raggiunto dal Social di Google.

2) YouTube permette ai creatori di monetizzare i loro contenuti. Il Gigante dello streaming permette infatti di mantenere il 55% delle entrate sviluppate dagli annunci generando così un profitto per chi pubblica. Facebook ovviamente ha annunciato che permetterà la stessa cosa, ma il suo progetto non è ancora stato ben definito e presentato. I creatori video, in questo modo, restano affezionati a YT aspettando l’evoluzione del sempre più potente social blu

In un recente video di Giorgio Taverniti (che vi consiglio di guardare) si dice anche che Twitter è in calo rispetto a Instagram. Vorrei spezzare una lancia a favore di Twitter:

Instagram è in ascesa grazie alla “generazione millennium” che utilizza quel social come istant messenger con contorno di immagini e video. Nulla di più secondo me.

È ancora troppo difficile per le aziende avere persone che si trovino nel posto giusto al momento giusto per scattare una foto e pubblicarla in diretta si Instagram. Meglio il magico Pinterest Business, ancora troppo poco utilizzato secondo la mia modestissima opinione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *