Al giorno d’oggi, tutto ciò che avviene sui Social (Media o Network) diventa estremamente importante per l’intreccio che esiste con le azioni di marketing. Le aziende, se ben preparate, attraverso le numerose connessioni di primo e secondo grado possono realizzare una profilazione quasi peer to peer realizzando e mantenendo in questo modo relazioni di valore con i propri utenti/clienti.
Ma come si fa ad ottenere tutto questo?
Ma come si fa a capire cosa funziona e cosa è superfluo?

Per affinare il tuo approccio riguardo la creazione di contenuti Social, ed aumentare le probabilità di coinvolgimento, ti presento 6 modi per capire quanto sei Social ed aiutarti in questo delicato lavoro:

1. Visite e azioni
Significa quante volte i visitatori interagiscono con una tua pagina;
prendiamo ad esempio una pagina di Riccardo Scandellari e dai un’occhiata sotto l’immagine: noterai quante condivisioni o mi piace sono stati dati. Si può addirittura utilizzare quella condivisione per aggiungere un commento nel momento in cui rilanci il post stesso.
Si potrebbe addirittura utilizzare una tecnologia che ti permette di tenere traccia di quante volte questa pagina viene caricata e, combinando i dati con le condivisioni, si può determinare quanto spesso le persone condividano il contenuto.

Riccardo Scandellari

 

 

2. Interazioni
Un elevato numero di visite ma un basso numero di interazioni (i mi piace) è un dato negativo. Potrebbe significare che stai facendo un lavoro fantastico di SEO o di promozione ma il contenuto non è considerato di interesse. Potrebbe anche rivelarsi ai tuoi occhi che i contenuti sono altresì interessanti ma il profilo utente non è quello adatto al tuo messaggio.

Alto numero di visite, alto numero di interazioni = Questo sì che è figo !!
Se hai questo tipo di risultato continua a lavorare così senza perdere di vista i possibili cambiamenti all’orizzonte… Te li spiega tutti Rudy Bandiera qui

3. Numero di Azioni
Le azioni sono simili alle interazioni ma sono migliori nel coinvolgimento. Bello se ti mandano un “like” o ti seguono su Twitter, ma molto meglio se condividono o retwittano o addirittura copiano e incollano al di fuori della tua cerchia (ho detto cerchia…?)

4. Clic
i clic sono il numero di volte che le persone ricondividono quanto è stato condiviso in precedenza dal tuo sito o blog. La maggior parte delle persone è propensa a fidarsi dei propri amici piuttosto che della pubblicità. Se un mio amico condivide un contenuto quasi come fosse una pubblicità è molto probabile che il mio condividi sia certo, se mi interessa. Valuta e analizza come far aumentare il numero di clic attraverso il coinvolgimento e non la pubblicità.

Se le persone condividono i tuoi contenuti, sei sulla strada giusta!

5. Registrazione
La registrazione al tuo blog o sito è una proposta di fidanzamento! Sappilo!
Quando le persone decidono di iscriversi significa che stai facendo qualcosa di interessante per loro: o regali 100€ o stai scrivendo cose di valore.

6. Gli influenzatori, questi sconosciuti
Esistono delle persone che possono allargare la tua rete attraverso la loro voce virtuale. Ce ne sono di tre tipi e vedi di non scordartene mai:
– Gli Esperti
– I Connettori
– I Persuasori
Queste 3 tipologie di persone sono la tua Rete Sociale.

Sai cos’è una Rete Sociale?
Te lo spiegherò un po’ più avanti e mi avvarrò di un esperto in merito (Amir Baldissera)

Infine ecco altre metriche importanti per farti capire se sei sulla strada giusta:

– il numero di persone che si iscrivono alla tua Rete (tutta)
– il numero dei Connettori che generano movimento sui tuoi post (esempio: se un mio amico a 1000 amici e mi condivide un post, la mia portata diventa non 1 bensì 1000!)
– Visualizzazioni: il numero di volte che il mio post appare sui feed di notizie a seguito delle condivisioni
– La percentuale di visite che generano azioni di qualunque tipo
– Il numero di clic che ogni azione genera
– Il rapporto generato tra le visite che arrivano da azioni derivanti da condivisioni e il numero di visite che arriva da altre fonti, come le newsletter, il sito, etc..

Gli strumenti sono tanti, milioni di milioni… !!

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *